Materiali Avanzati

I materiali innovativi possono avere applicazione in tutte le industrie manifatturiere e costituiscono un elemento particolarmente importante del loro processo produttivo. Il potenziale dei materiali avanzati risiede nella capacità di innovare industrie chiave come l’industria energetica, aeronautica, spaziale, automobilistica, ingegneristica, tessile, elettronica e dei generi di consumo. La maggior parte delle aziende chimiche e dei materiali hanno riscontrato delle difficoltà periodiche nella creazione di valore, con particolare riferimento all’utilizzo di approcci convenzionali nella fornitura di prodotti sul mercato. L’importanza dei materiali avanzati nella vita quotidiana viene sottovalutata perché l’attenzione viene posta sui loro prodotti finali, dalle auto agli smartphone. Non vengono considerati i materiali che permettono la realizzazione di queste tecnologie e offrono soluzioni per un mondo sostenibile, sano e sicuro. Le difficoltà pratiche unite ad un modello di business per la vendita di prodotti basato sul volume sono state sempre più evidenti nelle prestazioni complessive del settore, soprattutto nel corso degli ultimi due decenni. La decelerazione dell’innovazione e del rendimento della R&S nel settore dei materiali avanzati ha portato con se una serie di cambiamenti strutturali nell’ambito della ricerca di base e applicata. Conseguentemente il rallentamento dell’innovazione aziendale ha vincolato la crescita del settore.

End-Use Market

Con una ricerca di alto livello e molti punti di forza sia dal lato dei produttori sia degli utenti a livello industriale, l’UE è leader nel settore dei materiali avanzati. Gli investimenti in R&S dell’Unione Europea nella produzione e nell’uso di materiali innovativi superano i EUR 44 miliardi all’anno, contrapposti ai EUR 25 miliardi degli Stati Uniti e ai EUR 23.5 miliardi del Giappone. La forza competitiva richiede un incremento del valore aggiunto dei materiali prodotti e delle “conoscenze incorporate”, nonché la produttività dei processi industriali, riducendo il consumo energetico e dei materiali. Il Programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico dell’UE (FP7) finanzia il settore dei materiali avanzati con una media annuale di EUR 120 milioni.