Progettazione AM

L’Additive  Manufacturing  (AM),  comunemente  definita stampa  3D,  rappresenta i processi di  produzione  basati  sulla  realizzazione di strutture tridimensionali attraverso la deposizione di strati successivi di materiale. Questi processi si differenziano a seconda della tecnologia di deposizione utilizzata, e.g. FDM, SLA, SLM, EBM. L'AM, inizialmente utilizzata per applicazioni prototipali solo in specifici settori tecnologici, è ad oggi una  tecnica  di  produzione  per  componenti  ad  alto   valore  aggiunto particolarmente apprezzata.  I  campi  applicativi  di  maggiore  interesse,  per  adesso,  sono  appunto   quelli  di  alta  e  altissima  tecnologia  cioè  il  biomedicale, aeronautico, aerospaziale e racing.

In questo contesto, il Ketlab vanta il know-how necessario alla fase progettuale di un componente Additive. La progettazione AM comporta il concepimento o riadattamento delle caratteristiche geometriche dell'hardware secondo le nuove possibilità realizzative indotte dalle tecnologie AM. Ad esempio, sono particolarmente utilizzate strutture bio-ispirate o reticolari per la riduzione del peso senza gravare sulle prestazioni del componente.

Queste nuove possibilità progettuali sono state adottate dal Ketlab nel design di componenti satellitari strutturali e funzionali in cui si è ottenuta una sensibile riduzione del peso del  payload rispetto alla soluzione tradizionale.