ANSA – Apre Ket-Lab, la ‘strada’ italiana per tecnologie spaziali

Si chiama Ket-Lab la strada italiana per il trasferimento tecnologico: un laboratorio\r\nmultidisciplinare per portare nella vita quotidiana le innovazioni nate dalle tecnologie aerospaziali. Ket-Lab (Key Enabling Technologies Lab) nasce grazie al Comsorzio Hypatia all'interno degli spazi dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) ed e' stato aperto per la prima volta al pubblico in occasione della Primavera dell'innovazione.\r\n\r\n"Ket-Lab - ha spiegato Roberto Battiston, presidente di Asi - è il progetto che serve per dare al settore spaziale quel meccanismo di trasferimento tecnologico di cui il paese ha disperatamente bisogno. E per farlo vogliamo sfruttare le stesse caratteristiche che hanno gia' funzionato bene in altri paesi".\r\nLa ricetta è quella di mettere a disposizione uno spazio di 1600 metri quadri con ricercatori e strumenti all'avanguardia con lo scopo di cercare nuove soluzioni a aziende e enti interessati a sviluppare nuove applicazioni. "Strutture come queste - ha spiegato Aude de Clercq, dell'ufficio di Trasferimento tecnologico dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) - sono fondamentali alla nostra missione di trasferimento industriale delle tecnologie sviluppate per raggiungere i traguardi spaziali\r\ne l'Italia dimostra di essere sulla strada giusta".\r\n\r\nTecnologie come il Gps sono l'emblema di questo processo di trasferimento ma le potenzialita' delle tecnologie sviluppate dal settore spaziale sono enormi e potrebbero toccare moltissimi settori della vita quotidiana, dalla medicina alla tutela dell'ambiente.\r\n"Il nostro obiettivo - ha spiegato Flavio Lucibello, presidente del Consorzio Hypatia - è quello di mettere a sistema le eccellenze italiane la cui cooperazione può portare allo sviluppo di nuove applicazioni di uso comune, dalla scoperta precoce di tumori fino a boe capaci di ripulire dal l'inquinamento".\r\n\r\n(fonte: ANSA)

Comments are closed.